I documerdari

Le Foche sono una famiglia di mammiferi carnivori marini appartenenti alla superfamiglia dei Pinnipedi.

*inquadratura su di un gruppo di bellissime foche tra i ghiacci del Polo Nord*

Vivono principalmente lungo le coste dei mari ghiacciati, freddi e temperati.

Marina, una bambina di 2 anni e mezzo, sta guardando il documentario, e urla: “MAMMAAA! FOCHE!!!!” e la mamma: “Visto che belle?”

La Foca Fasciata abita le coste del Polo Nord. È una specie in via di estizione, che conta ormai pochissimi individui. Il gruppo che stiamo vedendo è pronto per immergersi nelle acque del Mar Glaciale Artico.

Mamma di Marina: “Vedi, stanno nuotando. Fa freddo ma loro hanno la pelliccia!”.  La bambina sorride entusiasta.

Molly, una delle foche del gruppo, è incinta. Dopo circa undici mesi di gravidanza è pronta a partorire.

*La ripresa si sposta sulla foca che sta partorendo. Marina si copre le mani, un po’ schifata*

Il piccolo è nato e la mamma inizia ad accudirlo, amorevolmente.

Marina sbatte le mani sul divano e ride, entusiasta. “BELLOOOOOOOOOOOOOOO!!! MAMMA, BELLOOOOOO!!!”

*Seguono cinque minuti di riprese del piccolo che si muove a stento, in modo goffo. Inquadrature ravvicinatissime fanno vedere quanto sia dannatamente carino, sembra quasi un peluche*

*Inquadratura sul piccolo che beve il latte da mamma foca*

Il latte di mamma foca è formato per il 48% da grasso e permette al piccolo, che alla nascita pesa circa 10 kg, di aumentare fino a 2,5 kg al giorno.

*Marina si mette a terra e inizia a muoversi stile foca*

*La musica cambia di colpo*

Nonostante le apparenze, la vita del piccolo sarà tutt’altro che facile: sono passati 30 giorni, per cui mamma foca lo considera abbastanza adulto da poter badare a se stesso, abbandonandolo tra i ghiacci artici.

*Inquadratura di una tormenta di neve col piccolo (ormai non più tanto piccolo) inerme, in mezzo alla furia del ghiaccio*

Per proteggersi dal freddo il piccolo deve fare affidamento sullo spesso strato di tessuto adiposo vascolarizzato che riscalda il sangue.

*Seguono dieci minuti del piccolo nella tormenta di neve.  Marina è preoccupatissima.*

Grazie alla pelliccia resistente, il piccolo di foca è riuscito a sopravvivere alla tormenta.

*Marina vede l’animale che si muove e gioisce, entusiasta*

È passato un anno, ormai il piccolo è cresciuto.

*Ripresa della foca, più grande ma sempre bellissima.*

La foca si appresta ad immergersi nelle acque del Polo Nord, per andare a caccia di pesci.

*Marina sorride, tutta felice. Vedere la foca che si muove veloce in acqua le piace da morire*

*riprese della foca che volteggia*

La foca non è sola nel mare: deve far fronte ad uno dei suoi principali nemici naturali, lo squalo della Groenlandia.

*Uno squalo enorme si avvicina e attacca la foca*

*riprese della foca che si dimena e dell’acqua che diventa rossa*

Lo squalo attacca violentemente la foca e ne dilania la carne con le sue numerose file di denti. La foca non può far nulla contro l’enorme predatore, che ne squarta il corpo in modo brutale, uccidendola quasi all’istante.

Marina non guarderà mai più un documentario in tutta la sua vita.

Annunci

15 pensieri su “I documerdari

  1. dafuq is Marina?? XD
    comunque le cose migliori sono su geo&geo, dove la presentatrice (sveva sagradell’oliva o qualcosa del genere) fa le interviste migliori…cose tipo:
    esperto di gatti: i gatti sono animali solitari che…
    sveva: solitari, sì, e ci dica, mangiano?
    esperto: stavo dicendo solitari che mangiano..
    sveva: ah ecco, mangiano! e per quanto riguarda la cura?
    esperto: eh, parlavo del mangiare ma..per le cure bisogna fare attenzione a..
    sveva: esatto, attenzione!! voi a casa che avete un gatto, fate attenzione!
    esperto: no, ma io volevo dire che…
    sveva: e riguardo le razze? ce ne sono tante, vero?
    esperto: sì, sono ben 512 ma…
    sveva: 512 razze! sono tante! ecco, ringraziamo l’esperto..grazie, grazie mille! Ora vediamo un documentario sulle gazzelle.

    ODIOSA.

    • Oddio, ma davvero Sveva SogliaDelDolore è così fastidiosa? Devo cercare su youtube se c’è qualche puntata di quelle descritte da te…da picchiare forte!

      p.s.
      Ti saluta Marina

  2. Marina doveva guardare un documerdario sulla Foca Monaca: di certo nostro Signore non avrebbe mai permesso che un killer come lo squalo facesse del male ad una delle creature più (religiosamente parlando) vicine a lui!!!
    OK dopo questa puoi insultarmi!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...