La stronza di Vodafone

È Natale. Cioè, non ancora, ma quasi.
Molte persone hanno già fatto l’albero, o il presepe, o tutti e due, dedicando mesi alle decorazioni e spendendo quanto guadagnato in mesi e mesi di duro lavoro.
Un esempio MOLTO esaustivo ce lo fornisce la nuova pubblicità della Vodafone, che avrete visto tutti:

La morale è semplicissima e altrettanto condivisibile: “Le cose migliori sono quelle semplici”. A che servono 200 decorazioni, quando ciò che davvero importa è stare con la persona che ami al calduccio della propria casa?

ECCO. NO.
POSSO DIRE NO?
NO.

Questo concetto possiamo accettarlo in linea di massima, MA NON IN QUESTO CONTESTO. Ma avete idea di QUANTE CAZZO di decorazioni abbia infilato in casa sua, questo disgraziato? Andiamo ad esaminarle:

– Babbo Natale con carrellino, che arriva verso di lei nel momento in cui entra in casa
– Pupazzo di neve illuminatissimo di fianco al divano
– Un Babbo Natale + folletto tra sedia e divano
– Dietro, un albero con in cima un qualcosa simile ad un coniglio
– 200 luci di Natale bianche
– Qualcosa di indecifrabile appeso, sicuramente altrettanto natalizio
– striscia di erba finta con luci a palline gialle
– altre 4 strisce di roba natalizia al muro
– Stella in cima ad una delle strisce
– Alberello di fianco al tavolo di fronte
– Scritta AUGURI
– Decorazione sopra al termosifone
– Due Babbi su un’altalena
– Due vasi con palline rosse
– Vasi sul tavolo, con robine luminose
– Tavola apparecchiata, con piatti tovaglia e bicchieri natalizi
– Alberello con altre strisce luminose varie
– Pianta con cactus luminoso
– Strisce luminose su mobiletto
– Babbo Natale a lampada, con dietro strisce luminose
– Un FANTASTICO Babbo Natale che esce dalla casetta
– 3 pupazzi che si muovono
– Un Babbo Natale gonfiabile con base
– Una disegno luminescente di una renna
– Renna fatta di pallini luminosi
– Stella cadente fatta con luci
– Alberello ricoperto di luci
– Altre luci varie attorno a tutto
– Renna piccolina che muove le orecchie
– Altro Babbo Natale sul tavolino
– Babbo Natale che scende tipo altalena
– Decorazione ENORME sull’esterno del palazzo, che come l’abbia messa senza ammazzarsi non si sa

Ora esaminiamo l’espressione della stronza. Entra in casa, guarda il Babbo Natale prima stranita (giustamente) e poi con un accenno di sorriso.
Messo piede nella camera più luminosa del mondo fa un “OOOOOH” e osserva il tutto, incredula ma sorridente. Poi lo sguardo cade su quel cretino del marito che, seduto sul divano, preme il pulsante per muovere le orecchie della renna, senza capire che si muovono da sole e non sta premendo niente.
Lei lo guarda come dire “che minchia sta facendo?” e nel mentre si chiede anche perché quella povera renna sia ricoperta di palline rosse. Da quando in qua le renne sono degli alberi di Natale? Boh.

Poi, siccome si è appena ricordata che è proprio Natale, e a Natale si è tutti più buoni, cosa fa? CHE CAZZO FA? NO, MA HO VISTO BENE???

Con un bel vaffanculo a tutto il mazzo che si è fatto il suo cucciolotto pucci pucci, STACCA LA SPINA. Si spegne TUTTO, buio totale.
Poi sorride e accende una candela.

La stronza porta poi la candela al cuore (che non ha) e si siede guardando il suo amato, perché lei è intimista. Il Natale va celebrato in famiglia, con le piccole cose di tutti i giorni.

Ora non vorrei fare il guastafeste, ma calcolando che per mettere DIECI palline su un albero di Natale dell’altezza di mezzo metro ci metto circa mezz’ora, facciamo un rapido calcolo di quanto avrà impiegato a decorare tutta la casa, interno più esterno, a ideare il tutto e ai soldi che avrà speso per tutta quella roba. A parte che la stanza è BELLISSIMA, ma poi ci ha messo davvero giorni. GIORNI. Giorni che quella LURIDA ha minimizzato con un *TAC* + sorriso.

Ora, non so voi, ma io MINIMO quella candela gliel’avrei infilata su per il culo.

Frase del giorno

Alessio scrive:
Ti sembra logico che nella pizzeria in cui andrò domani se non avvisi prima che manca qualcuno, e ad esempio vai in 10 al posto che 12, ti fa pagare 5€ in più per ogni persona che manca? Secondo me sarebbe da non metterci più piede, lì dentro :\

Nicola scrive:
Perchè, se li avvisi che fanno? ti mettono due sconosciuti al tavolo per non lasciare posti vuoti?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...