Molly.

Chi ha avuto la fortuna di non vedere questa pubblicità magnifica alzi la mano. Ecco, non vedo mani alzate. Tutti sfigati, siamo.
Essì, perché aspettavo giusto che pubblicassero il video su youtube per sfogarmi 🙂 OH, mi ci voleva proprio.

La pubblicità in questione, vedi un po’, è quella del Moment capsule MOLLI. Vedo già qualcuno con un principio di isterismo.

Video:

Il tutto inizia col nostro caro amico Mario che scende giù dal motorino urlando euforico: “MOLLYY!”.

Molly, giovane cyborg programmata col culo da uno scienziato alle prime armi, ruota su se stessa di 180 gradi come R2-D2 di Star Wars e si mette subito dopo una mano sulla testa, in modalità vittima. Nemmeno un ciao, un “oh ma sei arrivato!”, ma nemmeno un “ancora qui, non ti sopporto più” o un “la prossima volta che non mi porti in giro con la tua vespa do fuoco a te e a lei”. Niente.
Lui, con la perspicacia di un barattolo di marmellatavuoto, dice con fare curioso: “Cos’hai?”.
EH, CHISSA’ COSA POTRA’ MAI AVERE. MALE AI RENI? MAL DI SCHIENA? UN PRINCIPIO DI INFARTO?

Lei riporta subito la mano alla testa, perché senza non vale: “headache. Mal di testa”.
Scopriamo così che il robot Molly non riesce nemmeno a recuperare dal suo hard disk  in tempi rapidi le parole nella lingua corretta. E’ pieno di bug ‘sta qui.
Lui, sornione: “No problem MOLLY (bisogna sottolineare il suo nome ad ogni frase, altrimenti la poveretta non ha modo di capire che ci si sta riferendo a lei), c’ho le capsule”.
Molly fa per avvicinarsi, per vedere se in bocca il dentista gli abbia inserito delle capsule dentali (perché robot M. non è programmato così bene da capire il contesto delle frasi) mentre lui la stupisce, e GUARDA CASO l’unica cosa che ha nello sportellino della vespa è una confezione perfettamente integra e mai usata di Moment.
“Puoi provare con Moment capsule MOLLI”. E ride.
Spiegazione del funzionamento delle nuove capsule, mentre dietro le quinte Molly si sta facendo spiegare la battuta (che NESSUNO le avrà mai fatto in 25 anni di vita, figuriamoci) e qualcuno inizia a proporre il licenziamento dello sceneggiatore della pubblicità.
Segue l’inquadratura di Mario+robot sulla vespa, che se ne vanno (si spera in posti molto lontani). Molly si illumina di colpo, dice “Mario guardaaaaaa!”. Mario pensa in una frazione di secondo “avrà visto un cucciolo di cane bellissimo, o magari un vestito costoso in vetrina. O magari una bimba!”. Si gira e vede che il cyborg indica la locandina di Moment capsule Molli. Mario, che era preso apertamente in giro solo da mezza scuola superiore, perché l’altra metà lo prendeva in giro di nascosto, tutto goduto vede che la decerebrata ha finalmente colto l’ironia, e all’unisono urlano: “MOLLIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!”.
Tralasciando che lei non sa nemmeno pronunciare il suo nome, perché urla “Mollììììììì”, partono a ridere. E se la ridono proprio di gusto, per una battuta che non avrebbe avuto il coraggio di fare nemmeno Tonio Cartonio. E mentre la voce fuori campo aggiunge dettagli sul medicinale, i due ritardati sorridono ancora, perché è certamente un momento di GRANDE ilarità.

Boh, non so voi, ma io ogni volta che vedo sta pubblicità mi chiedo una cosa.

Ma che cazzo ridono?

Advertisements

3 pensieri su “Molly.

  1. IO LI ODIO. mi chiedo sempre (oltre al che cazzo ti ridi nel vedere che hai lo stesso nome di una medicina, roba di per sè già sconcertante segno che i tuoi genitori abusavano di sostanze già decenni fa..) ma che cazzo di vita fai? arrivi, sali in vespa con un disperato che sicuramente ti sopporta (te e la tua voce dimmerda) solo perchè spera che tu gliela dia (e ha anche già pronto il rimedio per il tuo “mal di testa” guarda caso opportunamente tirato fuori appena vedi il simpaticissimo fabio) e ti metti ad indicare una pubblicità (sospettosamente gigante) del moment, tutto ciò ridendo e sbilanciando il poveraccio che cerca di guidare (sperando forse in un incidente mortale dove col cazzo che il moment MOLLI ti potrà aiutare).

    Uno spot degno di un solo commento: “che merda” (cit.)

    ciauuuu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...