Milanooooo

Mmm bene…questa settimana i termini più strani cercati dai visitatori del mio blog sono: “come lavare le palle a un cane” (e qui preferisco non sapere la risposta), “come si arriva ad un orgasmo(qui non so perché ma penso di averne un’idea) e “morte vecchia vestita nero”…..che ovviamente è una frase così particolareggiata da fornire subito i risultati richiesti!

Oggi parliamo della gita che ho fatto a Milano con Francy, Kate e Dario (Todo per gli amici)..

Si parte!

Prendo il treno verso le 7.50 e mi siedo di fronte a due signori, marito e moglie.
Verso le 9.40, vicini a Milano, passa una zingara a chiedere soldi e si ferma di fronte a noi. Mentre cerco una maschera antigas e la signora si tappa il naso con un fazzoletto, mi immergo ancora più nella lettura del mio libro (i-o s-t-o l-e-g-g-e-n-d-o c-h-i-e-d-i a l-o-r-o-n-o-n-h-o-s-o-l-d-i).
Il signore fa per cercare il portafogli, che ovviamente sarà sperduto in fondo a qualche zaino buttato chissà dove, mentre la zingara continua ad emanare l’odore di un mandria di bovini in decomposizione.
Finalmente, con la moglie ormai in coma e quello di fronte (cioè io) con le convulsioni, trova il portafogli e tira fuori 10 centesimi.
Dieci.

La zingara lo guarda stupefatta, incredula….un attimo di silenzio, balle di fieno che rotolano…poi di colpo gli urla: UHADEIFG DIECI CENTESIMIH WUIEFG SRGHRUEOG!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Il signore capisce che forse 10 centesimi sono un po’ pochi, ma di più non ha. La zingara continua coi suoi “AUHFIWGUW IWHT U RIPGRH HERUIOH ERGUOHGOUI….”, mentre ormai sul cadavere della moglie si posano le mosche.
Dopo 5 minuti, sempre continuando coi suoi “AHS HAEU UHEOHFE…”, finalmente la zingara se ne va, mentre la signora rinviene (ah ma non era morta?) e giustamente fa al marito: “MA CHE GLI DAI I SOLDI SE POI TI INSULTANO PURE??”.
Il marito sta zitto, io mi riprendo e scendiamo dal treno.
Trovo Kate e Fra e ci prepariamo ad andare all’altro binario, dove arriverà tra qualche minuto anche Todo.
Fra, preparatissima, dice che il treno arriverà al binario 14.
Andiamo al binario 14, scende un sacco di gente e ci mettiamo lì all’inizio, ad aspettare. Passa mezzo mondo e non rimane più nessuno…oddio, ma avrà preso il treno oppure no? Eppure aveva detto di sì! Andiamo avanti, lo cerchiamo….niente, non c’è.
Gli telefono e scopro che è al binario 10…..mitica Fra!!!!!!!! Ok, si vede che avevano cambiato binario..ma facciamo finta che sia colpa sua, no? Qualcuno dovrà pur risultare colpevole -.-
Kate dice “ho fame”, Fra prontamente risponde: “io devo andare in bagno” e Kate risponde: “MA CHE SCHIFO!”. Ci mettiamo a ridere, e Fra si giustifica: “Ma che ne sai di quello che faccio in bagno!?!”

Arriviamo al binario 10, dove sta scendendo altra gente, e iniziamo ad ipotizzare chi potrebbe essere; sappiamo com’è fisicamente, però sapete..da lontano non è che si riconosca subito!
Kate dice “Quelli con la valigia eliminiamoli!!!!!!!” nell’istante esatto in cui una signora con la valigia passa di fianco a lei….questa strabuzza gli occhi, fa fuoriuscire da essi dei laser fotonici per farla a pezzi e Kate: “ops”.

Aspettiamo, aspettiamo…boh, neanche qui io lo vedo, e te? No…
Fortunatamente dico loro di andare avanti, e lo vediamo fermo a metà binario. Immagino che bell’incontro se lui fosse stato lì e noi ad inizio binario per tutta la giornata *_*

Dopo i saluti, andiamo a prendere i biglietti per la metro. Kate e Fra vanno a vedere la cartina per cercare di destreggiarsi, mentre io e Todo facciamo la coda.
Arrivati allo sportello, convinto come non mai dico al signore dello sportello: “Due biglietti”.
Il signore si gira e si mette a parlare con un altro. Todo scoppia a ridere e fa: “AHAHAHAHHA QUESTA LA DEVO SEGNARE SUL BLOG!!”, mentre del fumo mi esce dalle orecchie e parte la musichetta di Psycho.
Dopo 2 minuti di tranquillo chiaccherare il bigliettaio fottuto si gira, gli torna in mente che FORSE dovrebbe anche lavorare e mi dà i 2 biglietti.

Andiamo da Fra e Kate e quest’ultima dice: “Io ho fame…”, Francy risponde: “Io devo andare in bagno…”. Siccome Fra è la mente del gruppo, anche questa volta non si smentisce e trova un sistema che metta d’accordo tutti:”Andiamo in un bagno dove si può mangiare!”

Bagno dove di può mangiare???? Chi mangia in bagno?
Todo si informa e chiede a Fra se è normale che faccia queste cose a casa sua e fuori casa, ma a quanto pare o abbiamo capito male noi (improbabile) o non vuole ammetterlo (ecco, questo è possibile).

Ci avviciniamo alla fermata della metro e una signora fa a Kate: “Gioia, non è che sapresti come arrivare al Duomo?”. Siccome Kate censura “Porca tro*a” con “Porca gioia” ci viene subito da ridere, e poi le faccio (quando la signora se ne va): “Beh dai, meglio gioia che porca, no?”.
Mi guarda male e io non capisco perché

Saliamo sulla metro; di fianco a noi una ragazza con gli occhiali, rotondi, la montatura spessa come un dito, niente lenti. Ma tutte a noi capitano, oggi?

Usciamo dalla metro e ci ritroviamo in piazza del Duomo!
50 marocchini (extracomunitari? Meglio?) ci assalgono con i braccialetti multicolore, e io inizio a dire a raffica “no grazie” mentre Todo e Kate mi seguono. A Kate viene offerto del mais da dare ai piccioni (offerta allettante, no?) e intanto Fra vaga tranquilla, spensierata. Un marocchino le dà un braccialetto dicendole “REGALO!” e lei, tutta felice, lo prende. Il marocchino le dice poi: “OFFERTA” (mentre noi tre mentalmente diciamo: “NON PRENDERLOOOOOOOO”) e lei: “Ma se hai detto che è un regalo!!!” e se ne viene via con noi 😄
Fra, lo sai che quello lì la prossima volta ti aspetterà al varco, vero?

Giriamo a sinistra, Kate ha fame. Trova un bar e ci si fionda, già pregustando qualcosa.
Ci sediamo, guardiamo il menù e ci guardiamo attorno…”Te cosa prendi?”…”io non ho voglia di niente”….
arriva il cameriere e chiede a Kate, a cui si unisce Fra. Io e Todo, con un’immensa voglia di prendere qualcosa, chiediamo se può ripassare tra poco. Ma cosa cambia? Tanto alla fine dovremo comunque inventarci qualcosa
Dico a lui: “Ma se non prendo niente dici che si offende?” e mi risponde: “Io dico di sì”. Sigh sob.
Prendiamo io un caffè normale, lui con panna…le cose che costavano meno, ovviamente u_u
Kate versa 12 bustine nel suo caffè, io altre 12 e Todo pure (oltre alla panna…gli verrà il diabete?). Fra ne versa solo due, ma si sa, vuole fare l’alternativa..
Todo dice a Kate: “Gioiaaaaaaaaaaaaaaaaa” e Fra, subito dopo: “Porcaaaaaaaaaaa”

Ci alziamo, paghiamo (purtroppo ogni tanto è necessario) e andiamo ad Duomo, dove abbiamo in previsione da qualche giorno di salire in cima e buttare giù Fra.
Entriamo, dopo che a quest’ultima viene intimato di coprirsi le spalle (che zozzona!!).
Kate inizia a fare da guida… parla di capitelli, rosoni, navate…Todo guarda in giro, Fra sorride alle vetrate e io faccio finta di russare. Kate interrompe la spiegazione (non abbiamo ancora capito per quale motivo) e andiamo in fondo alla chiesa. Dario dice una parolaccia, io ne dico un’altra. Dario ne dice un’altra, e poi ci accorgiamo che forse non dovremmo dirle..ops.. Porca putt**a!

Finita la visita ci apprestiamo a prendere le scale, da fuori, per salire, ma ci viene detto che oggi non si può: c’è attivo solo l’ascensore, che costa 7€. Qualcuno impallidisce, qualcuno lancia una bestemmia e decidiamo di fare un giro alla Rinascente. La cosa più economica che troviamo costa 300€ (ed è un tagliaunghie di plastica riciclata), tastiamo il portafogli e capiamo che forse è il caso di uscire..

Todo cerca un baila (quelle postazioni da sala giochi con i riquadri colorati su cui ballare), e quindi che si fa? Ma ovviamente si manda Fra a chiedere a qualcuno! Mi faccio intenerire e la accompagno, ci spiegano dov’è una sala giochi (Via Torino) e ci avviamo.
Arrivati davanti al Duomo Fra vuole accertarsi che la via sia quella giusta, e quindi scruta le persone per cercare quella a cui chiedere. Medita medita, alla fine fa ad una signora: “Scusi, mi saprebbe dire dove trovare via Torino?” e quella: “Sorry I don’t understand”.
Kate e Todo si mettono a ridere, io gli faccio compagnia e proseguiamo…la prossima volta medita di più, Fra!

Arrivati al posto indicato vediamo che è una sala giochi oscena, dentro ad un bar, e quindi lasciamo perdere.
Andiamo al Mc Donalds’, Kate e Francy vanno a prendere i posti a sedere mentre io ordino, con Todo di fianco che mi ricorda cosa dobbiamo prendere.
La “commessa”, straniera, mi fa: “Patatine medie rgherg9rr o agfiyqeTITO!?!”….ehm…..Kate aveva ordinato le patatine grandi, cosa avrà voluto dire con quel “medie” seguito da qualcosa?

“Cosa scusi?”… “Patatine medie weuoh o weifhTITO?”.

Ahhhhhhh ora ho capito! Le patatine me le dà medie perché evidentemente quelle grandi sono da specificare (mentre noi abbiamo detto “1 menù grande”, generico) e nessuno ha avverTITO!!
Faccio un “ah……..” mentre Todo arriva in mia salvezza capendo che ci sono le patatine VERTIGO, e che mi sta chiedendo se voglio quelle o quelle normali..chiaro, no?? O_o Meno male che l’ha capito lui, altrimenti a quest’ora eravamo ancora lì con lei che mi diceva: “Patatine weifg o weyfgTITO?” e io: “ahhhh….”.

Ci sediamo…iniziamo a mangiare quando mi metto a giocare con la cannuccia della Coca Cola, come sempre..siccome sono un angioletto, non penso che muovere su e giù la cannuccia potrebbe essere visto come gesto osceno, ma mi ricredo nell’istante in cui a Todo va di traverso la Coca Cola e scoppia a ridere, seguito da Kate fintamente inorridita.
Ovviamente smetto subito, con Fra che chiede: “Ma cos’è successo?” e Todo che cerca di prendere aria senza riuscirci.
Uffaaaa!!!! Non si può nemmeno più giocare!

Usciamo di lì, Todo vuole il gelato. Andiamo in gelateria e cerchiamo qualcuno dei 3 che voglia prenderlo con lui…Fraaaaaaaaaaa…su! “No, non ne ho voglia”……..e vabbè……..alla fine convinciamo Kate, che ne prende uno al fiordilatte, mentre Todo ne prende uno fiordilatte e yogurt.
Camminiamo quando Todo, per fare uno scherzo a Fra, fa finta di infilarle il cono nella maglietta (dietro)..non fa i conti col fatto che ha i capelli lunghi e quindi glieli tinge di bianco!!!!!!!!!!!!!!
Ennesima risata, ennesima figuraccia..ma i nostri eroi non si danno per vinti!
Volendo andare in un altro posto (non ricordo il nome della via), mandiamo Fra a chiedere..è così esperta!
Si mette a guardare una signora, pensando se chiedere a lei oppure no….la signora ha lo zaino, ed è di fianco ad un’altra signora con lo zaino, quindi mica saranno turisti!!! NOOOOOOOOOOOOOOOO………….
Chiede alla signora: “Scusi, mi sa dire come si arriva a…” “Sorry I don’t speak italian!!!”.
Fra……non ci sono parole

Todo prende una bottiglietta d’acqua ad un chiosco per strada e Kate, per fargli un dispetto, gliela muove per bagnarlo. Poteva riuscirci? Ovviamente no, infatti lo schizzo va addosso ad un signore che era lì al chioschetto. Si gira, incazzato, mentre Kate si nasconde dietro di me e Todo fissa i passanti, facendo finta di niente (Fra invece è lontana, per sua fortuna). Il signore fissa me, faccio spallucce e torna mette a parlare con la moglie…’sti disgraziati!

Accompagnamo Todo alla stazione, deve partire alle 15.15…così presto
Lo salutiamo, mentre Fra e Kate continuano a ripetere: “Mi manca Todo mi manca Todo mi manca Todo mi manca Todo mi manca Todo” e torniamo in piazza del Duomo.
Kate ha la meravigliosa idea di andarci a sedere e prendere una granita (mentre fra sponsorizza una granita da portare via), e trova subito il bar migliore!
C’è un bar con le sedie fuori e un ventilatore, con davanti un tubo che spruzza acqua vaporizzata..in pratica stando seduti lì ci arriva la brezza leggera e rinfrescante..ahhhhhhh come si sta bene!
Ci portano i menù, mentre ci rilassiamo, cullati dal fresco, quando ne apriamo uno e leggo: GRANITA 7€.
Le nostre bocche si spalancano, quando Fra dice: “Mah allora meglio una lattina di the, forse!”. LATTINE 5,80€.
Ehm……aspettiamo che si allontani il cameriere e scappiamo via

Dopo una granita al chiosco, purtroppo arriva il momento di partire, e quindi ci salutiamo………che tristezza 😦
Speriamo di riorganizzare ancora, perché è stata una giornata fantastica! Poi con voi 3 pirla il divertimento è assicurato

Advertisements

5 pensieri su “Milanooooo

  1. mi è morto il gatto e sono finita qui.
    piangevo e mi hai fatto ridere con i risultati con i quali si trova il tuo blog qui sotto elencati.
    mitica oh.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...