Orgasmi e Pan di Stelle

Prima di tutto vorrei fare i complimenti al guidatore scatenato che qualche giorno fa è riuscito a fare inversione in mezzo all’incrocio, non dando la precedenza a due macchine a destra…ci vuole talento, a non fare incidenti in queste situazioni!
Superato lo shock per questo e per il simil-scarafaggio dell’ultima volta, mi appresto a scrivere altre c……ose belle. Iniziamo!

Il pan di stelle assassino

Un consiglio: non mangiate le brioche dei Pan di stelle. Non perché non siano buone, ma perché sono un rischio per la vostra incolumità.

Ambientazione: casa mia.
Ci sono Davide e Cristina che giocano al computer. Sulla scrivania ci sono i bicchieri e le bibite, e Davide si sta apprestando a mangiare un plum cake (dopo aver mangiato in sequenza una fiesta e uno o due pan di stelle) . Cristina, tentata, guarda una delle brioche pan di stelle e dice: “Voglio provarne uno, chissà se mi piace”. Lo scarta, ne morde metà e io le chiedo: “Com’è?”.
Lei guarda fuori dalla finestra e dice: “Piove”.
Strabuzzo gli occhi e le va di traverso la brioche. Tossisce, tossisce e tossisce ancora, mentre si dimena in giro per la stanza.
Si siede sul letto, con la faccia più rossa del rosso di un semaforo, e nel mentre continua a tossire, sempre più forte.
Si alza, tossisce, arriva vicino alla scrivania, tossisce, indica a Davide il bicchiere col chinotto.
Davide, che è perspicace, crede che lei stia indicando la metà del Pan di stelle che non è stata ancora mangiata e che si trova di fianco al bicchiere, e se la mangia.
Cristina continua a tossire, ormai cianotica, io dico a Davide: “mi sa che voleva che le dessi da bere, sai?”. Lui mi guarda, interdetto, e fa: “Ah sì?”.
Cristina, ormai rassegnata, si risiede sul letto (tossendo), mentre Davide prende il bicchiere e glielo porta. Lei fa per prenderlo, mentre lui si porta il bicchiere alla bocca, beve un pò e poi fa un “Ahhhh” di piacere, sorridendo. Cristina tossisce per l’ennesima volta, gli strappa il bicchiere di mano, beve e finalmente riacquista un colore normale.
Dopo cinque minuti di calma si gira e fa: “Ma dov’è finito il mio Pan di stelle?”.

‘notte, Cristina.

La serata dei suonatori di bongo

Ieri sera Anto ci ha portati nella piazza del comune di Grugliasco, dove c’era una band che suonava e ballava la paranza (no, Daniele Silvestri non c’era).
Lo scopo della serata era ascoltare i suonatori senegalesi che, evidentemente, se n’erano già andati. In fondo cos’è meglio tra i suonatori di bongo e quelli della paranza? Diciamo, anzi: cosa è meno peggio? Va beh, l’importante era passare una serata un pò diversa dal solito, quindi andava tutto bene.
Ah, i protagonisti della serata eravamo io, Anto, Manu e LA MITICA DOLLY!

Arriviamo in piazza, incontriamo due amiche di Anto che ci fanno avvicinare al palco e accennano qualche movimento paranzoso (è inutile cercare sul dizionario, l’ho inventato sul momento). Dopo tre minuti e mezzo, in cui Anto chiacchera e noi tre decidiamo il modo più indolore per farla finita, ci avviamo verso il Veg-festival, poco più in là. Una ragazza con in mano un bicchiere fa ad Anto: “BERE?”. Anto guarda nel bicchiere la bibita, un liquido marroncino con qualcosa di non identificato che galleggia e fa: “NO”.
Passo io: “BERE?” “No, grazie” e la poveraccia probabilmente avrà pensato: “E ora a chi lo rifilo?”.
Vorrei farvi notare che nel mentre, lì di fianco c’è un bambino che gira su una bici montata ad un perno, che lo fa girare in verticale a cerchio..un pò come le navi di Gardaland, quelle che ruotano. Pedala, pedala pedala e io penso al Veg-festival.

Piccola parentesi per chi non sa cosa voglia dire essere vegani: sono dei vegetariani che, oltre a non mangiare carne, non mangiano nemmeno alimenti DI ORIGINE animale. Niente uova e niente latte, ad esempio. Questo perché sono contro lo sfruttamento degli animali in ogni senso.

Arrivati al “festival” entriamo nella zona degli stand. Ci sono esposizioni davvero interessantissime: una tizia che fa la bruschetta a mezzanotte, uno che vende saponette di color marrone sudicio e uno che vende magliette di cotone – ma che c’entra tutto ciò coi vegani?
Andiamo più avanti, dove troviamo una ragazza con in mano un aggeggio strano. Eccolo:

Come si usa? Lo tiene dal “manico” e lo infila in testa ai passanti, tra l’altro senza nemmeno chiedere “Lo vuole provare?” o cose del genere. Te lo infila in testa e basta.
La malcapitata di turno chi poteva essere, se non Anto? La ragazza, appena la vede, le fa: “L’hai già provato?”. Anto si appresta ad emettere un suono di risposta, ma non ha nemmeno il tempo di pensare che quella le infila l’aggeggio in testa e glielo muove su e giù come un minipimer.
Mi aspetto una frase tipo: “Ahhhh che rilassante!”e invece Anto urla: “AAAAAAAAAAAAAAH, I BRIVIDI!!!!”. Dopodichè la tipa muove l’aggeggio per montare la panna ancora due o tre volte, mentre Anto si contorce e cerca di divincolarsi.
Finalmente la mongola smette e Anto corre via. La raggiungo e fa, tutta incazzata: ” ‘sta cazzo di troia mi ha fatto venire i brividi!”.
Seguono a ruota altri commenti negativi mentre arriva Manu, ci racconta che se l’è fatto fare da tutte e due le ragazze (il massaggio…), e che lo ha trovato piacevole.
Si scopre che l’aggeggio viene chiamato “Orgasmo” e Manu ripete che la sensazione che provoca è davvero bella. Anto: “Manu, io non so che tipo di orgasmi provi te a questo punto, perché quella macchinetta provocava di tutto tranne che piacere!”.
Torniamo a vedere il concerto perché Anto riceve un messaggio dalle sue amiche che la avvertono che sono arrivati “la simpatica” e Francisco, due suoi compagni.

Per farvi capire il genere di persone:
La simpatica cerca di fare, appunto, la simpatica (chi l’avrebbe mai detto?) ma con Anto non attacca. L’altro giorno entra in classe e Anto dice ad alta voce: “C’E’ CHI HA IL GUSTO DELL’ORRIDO E CHI NO”. Finita la frase, la simpatica le fa: “CIAO!” e lei: “CIAO!”.
Francisco arriva dall’Argentina. L’altro giorno chiede al professore (che non sa che lui è argentino) : “In Argentina vivono molti italiani. Come mai si fanno più figli che in italia? Il professore risponde: “Bisogna considerare che l’Argentina è un paese sottosviluppato, questa e l’unica risposta alla sua domanda”. Francisco ci rimane male (letteralmente: “di merda”) e bofonchia con la simpatica che l’Argentina non è un paese sottosviluppato.

Giusto il tempo di vederli, farsi due risate per la faccia color marrone della simpatica e ce ne andiamo…
Ah, il bambino è ancora sulla bicicletta che gira.

Anto: “Ale…non so se ti ricordi, nel quinto episodio di Tomb Raider ti davano anche l’editor per i livelli.”
Anto: “Ma io dico, pago 50€ per comprare il gioco e devo pure farmi i livelli io?”
———————————————————————————————————————————————–

Io: “Anto, dì a Manu che c’è l’anteprima di Starcraft II!”
Anto: “In che senso l’anteprima?”
Io: “Nel senso che provano il gioco qualche mese prima che esca e ti raccontano com’è”
Anto: “Ma che minchiata, lo giocano prima di te e si vantano pure di averlo provato !?!”

Advertisements

4 pensieri su “Orgasmi e Pan di Stelle

  1. ommioddio..ma che è..la corrida in giapponese/cinese???[che non ho mai capito la differenza oltretutto..XD]
    il pan di stelle fa cahare..-.-°..meglio i biscotti..XD
    sinceramente..non ho capito cosa la tipa col bicchiere volesse rifilarvi..O_o
    e un’altra cosa..se vengo a Torino..la posso passare una serata con voi?? *-*
    muahahahahahahhahahahahahahahahah..XD
    stiamo migliorando___3 righe di commento..miiiiiiiiiiiiii!!

  2. Dunque..sulla brioche potrei anche darti ragione (visto ke non l’ho mai testata devo dire) ma non mi toccare i biscotti perchè sono BBOOONI 😛
    Tra l’altro ho scoperto che una gelateria del mio paese ci fa pure il gelato :Pslurp
    Parecchio strani sti Vegani eh? 🙂
    BWAHAHAHA..ma chi è sta tizia? la famosa cantante NAKAPITU NOKATSU ?

  3. e’nato e’ nato vallu a vede’, lungo na’ stalla s’accomodava… duman matina svielt a pija’, na’ ciaramella se mette a sona’…. quantu sci’ vispu, quantu sci’ beddu, me pari proprio nu’ passareju…

    Seir

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...