29/08/2006

Vi voglio raccontare due brevissime storie, riguardanti tre persone.

C’era una volta un ragazzo, figlio di un impiegato della Electrolux e di una casalinga di origini modeste.
Il bambino cresce e comincia a leggere tutto ciò che trova. A dieci anni scopre il genere horror, dopo aver visto un film sugli extraterrestri. Due anni dopo, rinviene nella soffitta della zia i libri del padre, appassionato di Edgar Allan Poe, H.P. Lovecraft e Richard Matheson.

Negli anni dal 1974 al 1977 pubblica Le notti di Salem (Salem’s Lot) e Shining (The Shining), con cui si afferma definitivamente presso il grande pubblico. Ora è definito come “Maestro dell’Orrore”.
Quest’uomo è Stephen King.

Anne Wood, direttore creativo della Ragdoll e Andrew Davenport, a differenza di Stephen King, non hanno mai desiderato diventare famosi per cose riguardanti il genere “Horror” eppure, tra il 1997 e il 2001, per conto della Ragdoll Productions inventano uno dei fenomeni televisivi più terrorizzanti di tutti i tempi, facendo passare giornate insonni a miliardi di ragazzine e ragazzini (ma anche adulti) di tutto il mondo. Questo fenomeno televisivo è classificabile col malefico nome di TELETUBBIES.

Ciò che vi ho appena detto è riscontrabile leggendo i risultati del sondaggio di ieri, dove quei luridi alieni bastardi (ops) hanno racimolato diversi voti:

Dopo aver visto Luca mi fanno ridere – col 14% del totale e un voto

Sono peggio di IT – Il pagliaccio assassino – col 14% del totale e un voto

Quanto Morandi in mutande – col 28% del totale e 2 voti

dando per vincitori l’opzione:

Sono il mio incubo più recondito  – Col 42% del totale e 3 voti

E’ così facilissimo notare che, oltre ad essere l’incubo più recondito della maggioranza della popolazione (se non ci credete chiamate L’ISTAT), è altrettanto vero che TUTTI conoscono questi esseri paranormali – Tanto che l’opzione I tele-chi? ha ricevuto 0 votazioni.

Si capisce, così, come mai dal 1997 si abbia avuto un exploit dei suicidi di massa e degli inneggiamenti al “Potere all’arcobaleno” (formato dai colori dei Teleorridubbies). SIGNORA IN GIALLO, NON MI FAI UNA PIPPA!

29 Agosto – Martedì

A lavoro ci dev’essere un’epidemia: di fianco a me non c’è nessuno. Non c’è nemmeno quella dietro, rimane un poveraccio (poveraccio perché è l’unico che lavora) che mentre pensa ticchetta con le mani sul tavolo. Che fastidio…ora gliele stacco a morsi.

E continua a ticchettare!

Comunque io e Serena abbiamo raggiunto un grandissimo traguardo: è arrivata Agata, mentre non facevamo nulla, e ci ha dato due moduli ciascuno che spiegano quante ore dobbiamo stare in azienda e cose del genere. Insomma, le cose che avrebbero dovuto consegnarci il primo giorno. Ed è già passato un mese…perché non darcele l’ultimo giorno?
C’è una nota che spiega che non dobbiamo svolgere alcun lavoro i cui interessi “cozzino” con quelli dell’azienda…parlarne male sul blog può essere uno di quelli? PRESTO, CHIUDIAMO TUTTO!!!!!!!!!!!!
Ho visto il biglietto di ritorno e costa 29.90 (perché non 29.99?? O perché non usare anche i millesimi?)…voglio tornare a casa primaaaaaaaa……e soprattutto DEVO.
Oggi ho parlato con Ivonne e ha detto che per lei non c’è nessun problema, però devo chiedere l’autorizzazione ai miei professori..ho mandato una e-mail, speriamo in una risposta positiva!!!

Ho classificato, finalmente, il tipo di tempo (meteorologico) che c’è qui a Dublino: tempo stronzo.  Ogni volta che esco da lavoro, verso le 13, inizia a piovere. Prima fa bello, poi piove e tempo che torno in azienda smette di piovere. BASTARDO!!!!!

Per cena oggi, miracolo dei miracoli, c’è qualcosa di nuovo. Vi do un indizio: è carne. Pollo. Pollo arrosto.
Guardate, irlandesi, questa immagine è per voi, guardatela attentamente perché imparerete qualcosa di nuovo:

bistecca_alla_fiorentina

Questo stranissimo reperto archeologico dalla vaga forma di “qualcosa di commestibile” NON E’ POLLO. Sì, lo so che faticate a crederci, ma non è nemmeno un’arma di distruzione di massa. In Italia, paese ormai proiettato verso il futuro, la chiamiamo BISTECCA. E no, non è una bistecca di pollo.
Sapete cos’è una mucca? Se non lo sapete cercate su google. Ecco, da quella si fanno le bistecche. Incredibile, vero?

Insieme al pollo ci sono le patate bollite e delle strane palline…fatte di cipolla, pane e una specie di granulato al gusto di pollo. Il gusto è cosí e così…ma se non altro meglio del pollo al curry.
Guardiamo un film di cui non ricordo il nome, dove 4 ragazzi (con quella gnocca di Liv Tyler) diventano famosi grazie ad una canzone e per due ore non ti fanno sentire altro.
Dopo quello c’è “Collateral”, film che avrei sempre voluto vedere in Italia..peccato che tutti gli attori parlino talmente male e talmente veloce che non si capisce NULLA. L’unica cosa che ho capito è che c’è Tom Cruise che emette suoni con la bocca.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...