24/08/2006

Come se non fosse abbastanza divertente scrivere dovendo cercare ogni volta le lettere accentate, oggi ho una new entry: la virgola. Si è data il cambio con la barra spaziatrice, col risultato che quest’ultima ora funziona, ma la virgola no. Se prima la barra spaziatrice era da premere 2 o 3 volte per riuscire ad “attivarla”, per una virgola ci vogliono 7 o 8 pressioni. Così quelli di fianco a me continuano a girarsi, attratti dal suono di martello pneumatico che produco almeno 3 volte al minuto (n.b. ogni volta dura 20 secondi)…chissà se prima o poi, per farsi un favore alle orecchie, mi cambieranno tastiera?

24 Agosto – Giovedì

Pensavo non fosse possibile una cosa del genere, eppure Luca c’è riuscito.
Ha preso il cellulare e si è messo il promemoria per domani, alle 23.00, con scritto “Arrivato in Italia!” Così domani, quando sarà sceso dall’aereo, il cellulare gli ricorderà che è in Italia. Meno male che sono stati inventati i cellulari, come avremmo fatto senza?

Ma non vi preoccupate, se state pensando che questo ragazzo sia imbecille pensate che questa è stata una delle cose più furbe fatte. Altri esempi?

Luca arriva nella mia stanza e dice: “Domani mi devo mettere 3 o 4 maglioni addosso…però nella valigia c’è ancora spazio…”. Io: “Allora mettici dentro uno o due di quei maglioni, no?” e lui: “No, nella valigia non c’è più spazio”. MA MI PIGLI PER IL CULO?

Per la terza volta in tre giorni mi chiede: “Posso entrare in azienda con te oppure mi dicono qualcosa?” e io: “Ma figurati, ci sono solo 107 persone che girano tutto il giorno, di cui quattro di fianco a me che si chiederebbero chi sei e cosa ci fai qui”. Lui: “Potrei mettermi al posto di Serena!”.
Come ho fatto a non pensarci prima? Questo ragazzo è proprio un genio…

Il suo piano di mettere il lassativo nelle bottiglie della famiglia ospitante è stato scartato, perché il padre per telefono glielo ha vietato. E meno male, visto che voleva versargli tutta la bottiglia…roba da mandarli all’ospedale. Così ha deciso che domani piscerà sul tavolo e sulle sedie che ci sono in cortile e che sono state comprate nuove due settimane fa. Immagino l’odorino…

Oggi prima di andare a lavoro entro a salutare Iban (Ho scoperto che si scrive con la b…che strano!) e quello delle Mauritius mi fa: “Vai a scuola?”. Nella mia mente alzo le mani al cielo e, in un pianto disperato, urlo: “DIO, PERCHE’ PROPRIO A ME……PERCHEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE’!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!”

Ma è così difficile capire che vado a lavoro?? Che non vado a scuola?? Gliel’ho già detto 5 volte! Ma perché in questa casa non si salva nessuno?

MI SPIEGATE PERCHE’ HANNO SUBITO TUTTI LA LOBOTOMIA DA PICCOLI??????

Luca vuole pesare le sue valigie nella farmacia in fondo alla strada, unico posto in cui trovare una bilancia. Entra, pesa la valigia e i due bagagli a mano, poi apre l’ultimo e inizia a spargere dei fogli sul bancone e su due sedie, dicendo che deve diminuire il peso della borsa. Finito di scegliere i fogli penso “Ora peserà di nuovo la valigia, per vedere se il peso è diminuito, altrimenti perché l’avrebbe messa a posto in farmacia (tra l’altro con una farmacista alquanto stranita)?”
Luca prende la borsa e, dopo un “Alessio prendimi l’altra borsa, per favore” esce.


Ok, giuro che smetterò di tentare di capire come ragiona quest’uomo…questo essere…questa cosa, insomma.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...